aumenta dimensione testo resetta dimensione testo riduci dimensione testo  stampa pagina
 
Boschi a dominanza di roverella e cerro
Boschi decidui termofili di latifoglie a dominanza di Quercus pubescens
 

Codice 311111

Sigla Qp

Copertura 1,19%

Ettari 2.116,66

 
 

Corrispondenza con i sistemi di classificazione degli habitat a livello comunitario

Corine Biotopes 41.732 Querceto a roverella dell’Italia meridionale e Sicilia

Habitat Eunis G 1.71 Boschi di Quercus pubescens e comunità correlate al bacino mediterraneo occidentale

Land Cover Corine 311
 

Descrizione

Per la loro localizzazione negli ambiti più utilizzati dall’uomo, queste formazioni sono spesso molto frammentate con una struttura più aperta. Si ha pertanto una modificazione del corteggio floristico, dovute principalmente all’ingressione di specie di margine e di pascolo.

strato arboreo

La copertura dello strato arboreo varia dal 40 al 85%, l’altezza media è di 10-12 m; alla roverella spesso si accompagnano Fraxinus ornus, Quercus cerris, Acer monspessulanum, Acer campestre.

strato arbustivo

Nello strato arbustivo, spesso particolarmente intricato (coperture del 45-75%), frequente è la presenza di Crataegus monogyna , Erica arborea, Prunus spinosa, Euonymus europeus, Ligustrum vulgare, Malus sylvestris,Rubus ulmifolius. Ben rappresentate sono le specie lianose tra le quali si evidenziano: Rubia peregrina, Smilax aspera, Hedera helix e Lonicera caprifolium.

strato erbaceo

Nello strato erbaceo sono presenti: Buglussoides purpurocoerulea, Asparagus acutifolius, Brachypodium sylvaticum, Carex flacca, Oenanthe pimpinelloides, Lathyrus jordanii, Clematis flammula, Teucrium siculum, Ptilostemon strictus.

Ecologia

Queste formazioni si collocano nella fascia di transizione tra la Regione Temperata e la Regione Mediterranea, nel piano mesotemperato subumido/umido. Si trovano frequentemente su pendii caldi e soleggiati, su terreni di varia natura, prevalentemente su argille e arenarie ma con ottimi adattamenti anche agli ambienti calcarei aridi e rocciosi.

Distribuzione locale

Tali popolamenti si rinvengono principalmente nei versanti meridionali a quote intorno ai 400-700 m di altitudine, sono poste in genere in parcelle di proprietà privata, intercalate o in aree marginali delle aree coltivate.

 
 
 
 
logo del parco nazionale del cilento, vallo di diano e alburni
 
facebookyoutubefeed rss
 
 
© 2008-18 Conservazione della Natura. Tutti i diritti riservati. Termini d’uso . mappa .  hcms.